SERIM - Bonifiche Ambientali

Protista

I protisti (o protoctisti) sono un regno di organismi eucarioti, un gruppo eterogeneo e polifiletico di organismi, dove si includono quegli eucarioti che si possono considerare non appartenenti ai regni animali, piante o funghi. Haeckel propose di inserire questi organismi nel regno Protoctista o Protista, un raggruppamento che oggi appare come parafiletico: gli organismi classificati come tali non hanno infatti un recente antenato in comune e hanno in comune un'organizzazione abbastanza semplice (unicellulare o multicellulare senza tessuti altamente specializzati). Quindi il regno dei protisti è una categoria per tutti gli organismi non inseribili in altri regni. Attualmente, anche alla luce di recenti studi di filogenesi molecolare, si sta cercando di abbandonare tale categoria per seguire criteri più oggettivi.

Classificazione tradizionale


I Protisti rappresentano il primo e fondamentale stadio evolutivo degli organismi eucarioti, prodotto dall'endosimbiosi tra organismi procarioti autotrofi ed eterotrofi (Batteri e Cianobatteri).

I protisti sono stati divisi tradizionalmente in vari gruppi basati sulla somiglianza con animali o funghi: quindi protozoi, alghe (o "protofite") e "funghi inferiori". Questi raggruppamenti possono facilmente sovrapporsi (per esempio Chlamydomonas è stata considerata a volte un'alga e a volte un protozoo flagellato).

A un certo punto anche i batteri vennero considerati protisti, nel sistema a tre regni di Animalia (che corrisponde da vicino al gruppo moderno, ma includeva i protozoi), Plantae (che includeva piante, alghe e funghi), e Protista (tutto il resto). Già prima dell'avvento delle classificazioni filogenetiche, i batteri (che sono procarioti) vennero posti separatamente, insieme alle cianoficee (le cosiddette "alghe verdi-azzurre").

I protozoi, protisti simili ad animali

I protozoi sono protisti per lo più unicellulari e mobili, che si nutrono per fagocitosi, sebbene ci siano numerose eccezioni. I protozoi vivono sia sulla terraferma che in acqua e ci sono anche vari parassiti. Solitamente venivano raggruppati in quattro classi:

  • Mastigophora con flagelli lunghi p.es. Peranema
  • Sarcodina con pseudopodi (includono i radiolari) p.es. Ameba
  • Sporozoa parassiti non mobili; alcuni possono formare spore p.es. Toxoplasma
  • Ciliata con ciglia multiple p.es Paramecio
Le alghe, i protisti simili a piante

Col nome di alghe si intendono molti organismi unicellulari che sono stati anche classificati come protozoi, poiché molti ritengono che abbiano acquisito i cloroplasti attraverso un'endosimbiosi secondaria. Altri sono organismi non mobili, e alcuni pluricellulari, includendo membri dei seguenti gruppi:

  • Chlorophyta Alghe verdi, simili alle piante terrestri per esempio Ulva lactuca
  • Rhodophyta Alghe rosse per esempio Ellisolandia elongata
  • altre alghe alghe brune, diatomee. per esempio Macrocystis pyrifera

Le alghe verdi e rosse, con un piccolo gruppo chiamato glaucofite appaiono strettamente imparentate con le piante terrestri e sono quindi classificate nel regno delle piante (Plantae o Archaeplastida) nonostante la loro struttura assai semplice. Altre alghe si sono sviluppate separatamente. Tra esse le aptofite, le criptofite, i dinoflagellati, le euglenofite e le cloraracniofite, tutte le quali sono state considerate anche protozoi.

Protisti simili a funghi

Vari organismi con un'organizzazione semplice vennero considerati "funghi" perché producevano spore. Di solito venivano chiamati "funghi inferiori" e questi includono i mixomiceti, gli acrasiomiceti e i chitridi. Mentre i chitridi vengono considerati funghi a tutti gli effetti, gli altri gruppi sono stati posti tra gli stramenopili (che hanno pareti cellulari composte da cellulosa) e negli amebozoi (che non hanno pareti cellulari).

Chiama